Provenienza e caratteristiche

Le formazioni geologiche delle Prealpi bresciane orientali hanno la loro antica origine nelle piattaforme carbonatiche mesozoiche, ambienti marini di acque sottili localizzate in una fascia climatica tropicale. In questo ambiente iniziò circa 205 milioni di anni fa la deposizione dei fanghi carbonatici da cui deriverà la formazione geologica della Corna, di cui il Botticino Classico costituisce la parte superiore. Le rocce affioranti nel bacino marmifero sono di origine sedimentaria: la loro natura carbonatica è legata alla diagenesi dei depositi marini composti da frazione fangosa e particelle di origine sia organica che inorganica. Il Botticino Classico, ultima testimonianza dell’esistenza nel Bresciano di una piattaforma carbonatica, ha una litologia prevalente data da calcari compatti di colore chiaro, bianco avorio tendenti al nocciola, che si presentano massicci o in bancate plurimetriche separate da giunti argillosi. La roccia presenta sottili stiloliti castane circa parallele al piano di sedimentazione. È una roccia carbonatica dall’elevata resistenza tecnica e di grande compattezza, con basso coefficiente di imbibizione all’acqua, carichi di rottura molto elevati anche dopo cicli di gelività, resistente all’usura: il Botticino Classico è un marmo utilizzabile indifferentemente in impieghi sia interni che esterni e pregevole soprattutto per il colore, la bellezza e la sua lavorabilità per le numerose finiture a cui si presta.

Cooperativa Operai Cavatori del Botticino
Via Molini 41 - 25082 Botticino - Brescia Italia - P.IVA 00267610178 - REA di Brescia 48979
tel. +39 030 2190 108 - fax +39 030 2190 320 - info@cavatoribotticino.it